Black Mask fai da te: 5 Ricette della Maschera al Carbone per Punti Neri

Ricette e consigli per preparare una black mask fai da te efficace per eliminare punti neri e impurità. Ecco come fare una maschera nera (anche peel off) semplice e naturale.

black mask fai da te

Le black mask sono delle particolari maschere per il viso che promettono risultati quasi “miracolosi” contro i punti neri. In commercio ne esistono tantissime versioni e molte presentano ingredienti non proprio salutari per la pelle; la soluzione migliore è sempre quella di preparare una black mask fai da te con pochi ingredienti e tutti naturali in modo da sapere esattamente cosa andremo a mettere sul viso.

Ma cos’è la black mask? Funziona davvero? Queste maschere, come dice il nome, hanno la particolarità di essere completamente nere per via degli ingredienti usati. Nelle maschere nere di scarsa qualità, il colore viene conferito da un semplice colorante e quindi non ha nessuna azione benefica, ma semplicemente è solo un effetto ottico. In teoria, invece, il colore nero è dato dall’uso di carbone vegetale, un ingrediente che si è dimostrato particolarmente benefico per la pelle grassa e per i punti neri.

Inoltre, le black mask sono delle maschere peel off, ovvero formano una pellicola sul viso e vanno tolte semplicemente tirandole. E’ proprio dopo aver tolto la maschera che si possono vedere i punti neri e gli eccessi di sebo, attaccati ai residui. Non tutte le maschere al carbone per punti neri e le black mask in generale sono affidabili ed efficaci, spesso si tratta di semplici trovate pubblicitarie. Ma come realizzare una maschera nera fai da te contro i punti neri? Quali sono gli ingredienti migliori? Ecco qualche ricetta davvero efficace!

Black Mask Fai da Te: 5 Ricette per Punti Neri

Abbiamo già accennato al fatto che le black mask possono essere composte da diversi ingredienti da aggiungere al carbone vegetale. Sono tutti elementi benefici per la cute, soprattutto per la pelle grassa e tendente all’acne, in quanto hanno funzioni astringenti ed antibatteriche come il tea tree oil e l’argilla.

Per quanto riguarda il carbone vegetale, possiamo reperirlo in erboristeria, farmacia o nei supermercati in genere nel reparto dedicato agli integratori. Nella realizzazione delle maschere nere al carbone, possiamo usare le compresse che vanno polverizzate o le capsule che al loro interno contengono già il carbone in polvere. Sicuramente queste ultime sono la soluzione più veloce. Ma vediamo delle semplici ricette per preparare un’efficace black mask fatta in casa!

Black mask fai da te con gelatina

Una delle versioni più conosciute della maschera al carbone fai da te, prevede l’uso della colla di pesce che permette di creare una sorta di pellicola. Naturalmente questo prodotto, ricavato da cartilagini e ossa di manzi e suini, non è adatto a chi per scelta etica non consuma prodotti di origine animale, ma come vedremo nella prossima ricetta può essere sostituito con un altro tipo di gelatina vegetale.

Per questa ricetta ci occorrono 3 ingredienti:

  • 3 compresse di carbone vegetale
  • 3 cucchiai di latte
  • 3 fogli di colla di pesce

La colla di pesce si utilizza soprattutto nei dolci e prima dell’uso va sciolta in acqua fino a diventare una gelatina. Mettiamo dunque i fogli in una ciotola con acqua fredda e lasciamo che si sciolgano. Intanto riscaldiamo il latte e stemperiamo le pasticche di carbone vegetale fino a ridurle in polvere. A questo punto uniamo il latte con la colla di pesce e mescoliamo bene con un cucchiaino in modo che la colla si sciolga del tutto.

A questo composto aggiungiamo il carbone vegetale in polvere e mescoliamo nuovamente. Quando si è intiepidita, applichiamo la nostra black mask fatta in casa su tutto il viso, usando le dita o un pennello. Insistiamo sulla zona fronte, naso e mento che è la più soggetta a pelle lucida e punti neri.

Lasciamo agire per circa mezz’ora, dopodichè stacchiamola delicatamente dal viso. Noteremo che la pelle sarà subito più luminosa e liscia.

Black mask senza gelatina

Per preparare una black mask senza gelatina animale, useremo l’agar agar che è un ottimo sostituto. Si tratta di un prodotto addensante, ricavato dalle alghe rosse, che viene utilizzato soprattutto per la realizzazione di creme, budini e marmellate. La versione in polvere è la più adatta per creare la nostra maschera peel off per punti neri, ne basta mezzo cucchiaino da tè da sciogliere in acqua bollente per sostituire la colla di pesce.

A questo composto aggiungeremo 3 compresse di carbone vegetale in polvere e un po’ di acqua in modo da rendere la maschera più fluida. Mescoliamo bene e quando è tiepida applichiamo sul viso tendendo in posa una ventina di minuti. Rimuoviamo la maschera nera staccandola con le dita fino ad eliminare tutti i residui.

Black mask con argilla

Ecco un’ altra ricetta per preparare una black mask al carbone vegetale che agisce sulla pelle grassa e rimuove completamente i punti neri. In questa versione utilizzeremo dell’argilla (va bene sia quella verde ventilata che l’argilla bianca), dall’azione purificante ed astringente. In questo caso otterremo una maschera nera spalmabile da lavare via con l’acqua, quindi senza “effetto pellicola”.

Gli ingredienti sono:

  • 1 cucchiaio di argilla
  • 2 compresse di carbone vegetale
  • 2 cucchiaini di acqua

Come per le ricette precedenti, sminuzziamo le compresse di carbone e riduciamole in polvere (possiamo usare un macina spezie o un mixer); uniamole all’argilla e versiamo gradualmente l’acqua. Mescoliamo bene fino ad ottenere un bel composto liscio da spalmare facilmente sul viso. Applichiamolo dunque direttamente con le dita, evitando il contorno occhi.

Lasciamo in posa per circa 15 minuti, fino a quando sentiremo la pelle tirare. Risciacquiamo con acqua tiepida la nostra blacl mask fai da te senza gelatina e aspettiamo un po’ prima di applicare una crema.

Black mask con aceto di mele

Un ingrediente che possiamo aggiungere alla nostra speciale black mask fai da te è l’aceto di mele, utile per pulire a fondo la pelle e consigliato in caso di acne e macchie scure sul viso. La ricetta di questa maschera nera al carbone è semplicissima, ci occorrono:

  • 1 cucchiaino di carbone vegetale in polvere
  • 1 cucchiaio di argilla
  • aceto di mele q.b.

Mescoliamo la polvere di carbone vegetale e l’argilla (bianca o verde) e uniamo dell’aceto di mele in modo da ottenere una pasta liscia. Applichiamo sul viso evitando il contorno occhi e labbra e lasciamo agire per un quarto d’ora. Al termine laviamo il viso con acqua tiepida e applichiamo un tonico delicato, magari fatto in casa, per stringere i pori purificati.

L’odore pungente dell’aceto di mele andrà via al risciacquo ma se vogliamo possiamo aggiungere alla maschera anche dello zucchero a velo, della polvere di rosa damascena o dell’aroma di vaniglia per profumarla.

Maschera al carbone con tea tree oil

Dall’azione antibatterica e antinfiammatoria, il tea tree oil è uno dei migliori ingredienti che possiamo usare per la preparazione di una maschera nera altamente efficace contro l’acne. Quest’olio essenziale difatti è un vero e proprio disinfettante contro le infiammazioni della pelle, riesce a lenirle e a sfiammare la zona colpita in pochissimo tempo. Per questa maschera contro i punti neri ci servono:

  • 2 compresse di carbone vegetale (o 1 capsula)
  • 1 cucchiaio di argilla
  • 3 gocce di tea tree oil
  • 1 cucchiaino di aceto di mele

Anche in questo caso, dopo aver stemperato e ridotto in polvere le compresse di carbone vegetale, uniamole all’argilla e aggiungiamo il tea tree oil e l’aceto di mele. Mescoliamo bene e spalmiamo sul viso tenendo in posa 10 minuti. Al termine laviamo bene con acqua tiepida. Questa speciale balck mask fai da te va fatta almeno una volta a settimana.

Leggi anche: Tea Tree Oil per Acne e Brufoli: 8 Trattamenti Efficaci

Black Mask: consigli utili e varianti

Abbiamo visto diverse ricette per preparare una maschera nera fai da te, utile per eliminare totalmente i punti neri e trattare la pelle grassa e unta. Anche se queste maschere sono molto efficaci, bisogna rispettare alcune piccole “regole” affinché agiscano meglio e non presentino effetti collaterali come arrossamenti ed irritazioni.

  • Pulire bene la pelle: Prima di applicare la black mask è assolutamente necessario che la pelle sia pulita a fondo e i pori ben aperti per evitare che vengano occlusi. A questo scopo è consigliato lavare bene il viso e poi fare una bagno di vapore. Basta riempire una bacinella con acqua calda, coprire la testa con una asciugamano ed avvicinare il viso a 30 cm di distanza. Lasciare questa posa per circa 5 minuti e poi tamponare la pelle molto delicatamente. A questo punto possiamo stendere la nostra maschera nera!
  • Non superare il tempo di posa: Spesso si pensa che tenere per più tempo in posa una maschera equivale ad ottenere maggiori benefici. Non è così. I tempi di posa vanno sempre rispettati e variano a seconda degli ingredienti utilizzati. Le maschere che contengono oli essenziali non dovrebbero superare i 15 minuti di posa in quanto questi possono portare ad irritazione. In generale i tempi sono di 20-30 minuti e non devono essere assolutamente prolungati per evitare che la pelle si arrossi o addirittura si “bruci”.
  • Ingredienti aggiuntivi: Oltre agli ingredienti della black mask classica e delle varianti viste in precedenza, possiamo utilizzare in aggiunta o in sostituzione altri prodotti naturali efficaci per combattere i punti neri. All’argilla possiamo aggiungere ad esempio della farina di avena, lenitiva ed antinfiammatoria, aiuta ad assorbire il sebo in eccesso e ammorbidire la pelle. Anche un cucchiaino di gel di aloe vera, può potenziare gli effetti della maschera nera. Infine, insieme al tea tree oil (o in sostituzione), possiamo utilizzare dell’olio essenziale di limone, perfetto per pelle grassa e acneica.