Mandorle: Proprietà, Calorie, Idee in Cucina e Controindicazioni

Le mandorle hanno molte calorie, ma mangiate nelle dosi giuste non fanno ingrassare; inoltre sono ricche di proteine, abbassano il colesterolo e la glicemia. Scopri tutti i benefici, come usarle in cucina per preparare dolci e bevande e quante mangiarne al giorno!

mandorle proprietà

Le mandorle, dalle innumerevoli proprietà salutari, appartengono al gruppo della frutta oleosa, più comunemente denominata frutta secca. Si pensa che gli alberi di mandorlo siano stati tra le prime piante ad essere coltivate; sono infatti state riscoperte in Giordania testimonianze di mandorli coltivati risalenti al 3000-2000 a.C.

Questo alimento altro non è che il seme edibile della pianta del mandorlo Prunus dulcis, un albero che produce dei frutti con dei noccioli particolari che hanno all’interno uno o più semi, le mandorle appunto. Il periodo in cui si raccolgono questi semi è tra Agosto e Settembre e le regioni che in Italia lo producono maggiormente sono Puglia e in Sicilia.

Bisogna fare una distinzione tra le mandorle dolci prodotte dal Prunus dulcis e le mandorle amare che provengono dal Prunus amygdalus, queste ultime sono dette “amare” poiché al loro interno c’è la presenza di una sostanza che può essere tossica se assunta in grande quantità, l’amigdalina. Si tratta di un elemento capace di liberare il cianuro; tuttavia questo effetto venefico si elimina con la cottura ed è per questo che le mandorle amare vengono utilizzate molto in pasticceria, per esempio nella produzione di amaretti.

Altro importante aspetto delle mandorle è che da queste possono essere ricavati molti prodotti da usare in cucina come la farina di mandorle, l’olio di mandorle e il latte, che vederemo in questo articolo.

Mandorle: calorie e valori nutrizionali

Le proprietà delle mandorle sono diversificate e caratteristiche, la loro composizione è ricca infatti di nutrienti indispensabili per il nostro corpo; al loro interno si trovano fibre, proteine, antiossidanti, vitamina E e riboflavina.

Calorie: per quanto riguarda il discorso calorico, bisogna precisare che sebbene le calorie delle mandorle siano abbastanza elevate, 100 gr di mandorle hanno 600 kcal, tuttavia i grassi contenuti all’interno di questa frutta secca sono per la maggior parte grassi insaturi, quindi non nocivi per il nostro corpo, inoltre le mandorle non hanno colesterolo. Quindi una manciata di mandorle al giorno non fa ingrassare, soprattutto se introdotta in un regime alimentare sano.

Proteine: la componente proteica all’interno delle mandorle è molto elevata, se si pensa ad un prodotto vegetale; solo 100 gr di mandorle contengono 21 gr di proteine. Per questo motivo sono molto indicate all’interno di una dieta sana e perfette per chi non consuma proteine di origine animale.

Fibre: le mandorle sono ricche di fibre, per una porzione di 100gr troviamo infatti un contenuto di fibre pari a 12 gr. Le fibre sono contenute all’interno della struttura molecolare delle piante e dato che non possono essere digerite ed elaborate dallo stomaco degli esseri umani, non influenzano l’apporto di calorie all’interno di una dieta.

Grazie a questa impossibilità di assorbimento, le fibre attraversano tutto lo stomaco ripulendolo, portando via con se colesterolo, grassi e tossine, in questo modo facilitano la digestione e rendono più agevole l’evacuazione.

Vitamina E: tra le altre proprietà le mandorle hanno al loro interno la vitamina E. Questa particolare vitamina si comporta come un antiossidante, fornendo una valido aiuto nella protezione delle cellule dai danni determinati dai radicali liberi. La vitamina E fortifica anche il sistema immunitario in modo che sia in grado di combattere virus e batteri.

Contribuisce all’allargamento dei vasi sanguigni e non permette al sangue di coagularsi al loro interno. Altra importante caratteristica è che le cellule usano la vitamina E per comunicare tra loro ed eseguire molte importanti funzioni.

Antiossidanti: presenti in maniera numerosa all’interno della membrana scura che ricopre le mandorle, queste molecole davvero preziose sono importantissime per la prevenzione del deperimento dei lipidi e dunque di fatto ostacolano l’invecchiamento precoce e il danneggiamento delle cellule.

Riboflavina: la riboflavina, anche detta vitamina B2, è intrinsecamente presente in alcuni alimenti, tra cui appunto le mandorle. Questa vitamina come anche le altre del gruppo B danno un valido aiuto al corpo per la produzione di globuli rossi e si occupano di altre funzioni cellulari al fine di dare energia all’organismo.

Oltre a tutti questi elementi le mandorle contengono anche molti minerali come calcio, magnesio, ferro, fosforo, potassio, zinco, sodio e manganese; sostanze molto importanti per il benessere del corpo.

Mandorle: proprietà e benefici

I benefici delle mandorle sono davvero numerosi e sono dovuti alla loro composizione; grazie alle vitamine, le fibre, gli antiossidanti e gli altri minerali, le mandorle nutrono l’organismo e lo rendono più forte.

Controllo dei livelli di zucchero nel sangue

Le mandorle aiutano a controllare i livelli di zucchero nel sangue e prevenire il diabete, anche grazie alla presenza di fibre e magnesio. Questi semi infatti riescono a rallentare la velocità con cui il glucosio viene rilasciato all’interno del sangue. Oltre a gestire questo fattore riescono anche a regolare l’insulina.

Altri benefici delle mandorle comprendono la capacità di diminuire molti rischi che producono il diabete: peso corporeo eccessivo, infiammazioni di varia entità e livelli alti di stress ossidativo.

Aiutano nella perdita di peso

I grassi non nocivi e le fibre contenuti all’interno delle mandorle aiutano nella perdita di peso poiché danno un senso di sazietà e prevengo quindi il consumo di alimenti calorici. Alcuni studi hanno dimostrato che le persone le quali mangiano molto spesso mandorle e altri tipi di semi mantengono pesi corporei più sani e tassi di obesità più bassi.

Una recente ricerca ha provato che le donne che hanno assunto mandorle per un periodo di sei mesi, rispetto ad altre donne che non mangiavano affatto mandorle, non solo hanno avuto maggiori diminuzioni di peso e di massa grassa, ma anche una pressione arteriosa più bassa

Regolano la pressione

Questo è possibile grazie all’elevato contenuto di magnesio e di potassio, che favoriscono l’abbassamento della pressione e quindi il rischio di malattie cardiache come ictus e infarti. Le mandorle inoltre sono povere di sodio e per questo indicate anche in una dieta iposodica, ovvero a basso contenuto di sale, che viene prescritta generalmente a chi soffre di ipertensione.

Abbassano il colesterolo

Gli studi hanno dimostrato che le mandorle hanno il potere di abbassare e contrastare il cosiddetto colesterolo “cattivo”. Questo tipo di frutta secca infatti aiuta a prevenire il danno provocato dalla formazione, all’interno delle pareti delle arterie, del colesterolo e le difende contro l’accumulo di questa pericolosa placca.

Rinforzano le funzioni celebrali

Insieme alle noci, le mandorle sono ritenute uno dei migliori alimenti per mantenere in salute il cervello in quanto in grado di ridurre il rischio di infiammazioni neurologiche che possono causare disturbi cerebrali tra cui Alzheimer e demenza.

In particolare, la riboflavina e L-carnitina, contenute in questi semi, sono due nutrienti fondamentali per potenziare l’attività neurologica e prevenire il deperimento cognitivo. Per questo motivo il consumo regolare di mandorle e noci è consigliato soprattutto agli anziani.

Aiutano a digerire

Nella buccia delle mandorle sono presenti elementi probiotici che facilitano la digestione e promuovono una corretta crescita batterica all’interno della flora intestinale. Alcuni studi affermano che le mandorle e le bucce di mandorle possono portare quindi a un miglioramento delle attività batteriche dell’intestino, producendo numerosi benefici per la salute del microbiota intestinale.

Mantengono la pelle sana

Le mandorle sono un’ottima sorgente di vitamina E e altri antiossidanti come la quercetina e le catechine che nutrono la pelle e prevengono i segni dell’invecchiamento. I grassi presenti in questo seme oltre alla loro capacità di migliorare la circolazione, aiutano anche a mantenere la pelle ben idratata. Oltre a mangiare una manciata di mandorle al giorno, si può mantenere la pelle sana e giovane anche attraverso l’uso dell’olio di mandorle, su viso e corpo.

Come usare le mandorle in cucina

La duttilità delle mandorle è davvero notevole, non solo possono essere usate come spuntino al naturale e quindi per mangiare qualcosa di invitante durante la dieta, ma possono essere impiegate per diverse ricette dolci e salate, essere tritate nello yogurt per la colazione, usate per fare dei cioccolatini di frutta secca, degli snack o anche una crema per dolci. Ecco qualche altra idea per usarle in cucina!

Latte di mandorle

Le mandorle possono essere utilizzate per realizzare un ottimo latte vegetale, adatto ai vegani e a chi soffre di intolleranza al lattosio. Il procedimento è molto semplice: occorrono 200gr di mandorle, 4-5 datteri per dolcificare e 1 litro d’acqua.

Mettere le mandorle in ammollo in mezzo litro d’acqua e lasciarle riposare per 24 ore. Dopodichè tritarle e frullarle insieme all’acqua di ammollo e ai datteri; filtrare e aggiungere altri 500ml d’acqua. Riporre il tutto in frigo per qualche ora prima di gustarlo.

Farina di mandorle

Macinando le mandorle è possibile ricavare un’ottima farina senza glutine e molto digeribile che può essere usata per fare dolci di ogni tipo come biscotti, muffin, budini e varie torte. Per tritarla basta avere un frullatore potente e ridurle in una polvere sottile o in una croccante granella da aggiungere anche come decorazione di torte e dessert.

Burro di mandorle

Il burro di mandorle è un buon modo per utilizzare in maniera alternativa questi semi, può essere infatti spalmato su fette di pane o semplicemente essere usato come sostituto del burro tradizionale. La ricetta è molto semplice: bisogna prendere 250 gr di mandorle e metterle nel frullatore, aggiungere successivamente un cucchiaio d’acqua e uno di olio extra-vergine d’oliva, il composto sarà pronto in 10 minuti.

Quante mandorle mangiare al giorno?

Abbiamo già appurato che le mandorle sono caloriche, tuttavia mangiate in dosi contenute sono un prezioso alleato per il benessere del nostro organismo e non fanno ingrassare. La razione consigliata in una dieta sana in generale è di 30 gr al giorno (di sole mandorle o di frutta secca mista), ovvero circa 15-20 mandorle.

Sarebbe preferibile mangiare le mandorle con tutto l’involucro, ovvero la classica pellicina scura, in quanto ricca di antiossidanti e sostanze benefiche.

Mandorle: controindicazioni

Per quanto riguarda le controindicazioni delle mandorle, è bene ricordare che, come nel caso di altri tipi di frutta secca, anche queste possono provocare delle reazioni allergiche. Gli effetti collaterali si verificano a seguito di un consumo eccessivo, che può causare aumento di peso e un sovradosaggio di vitamina E.

Non sono esclusi inoltre lo sviluppo di problemi gastrointestinali. Per quanto riguarda le mandorle amare, contenendo al loro interno sostanze nocive, è preferibile consumarle dopo la cottura.