Olio di Enotera: Proprietà e Usi (anche per la Menopausa)

L'olio di enotera è un valido alleato soprattutto in menopausa e nella sindrome premestruale. Ricco di proprietà benefiche per il cuore, può essere usato sulla pelle per combattere acne ed eczemi oppure per alleviare i dolori di artrosi e artrite reumatoide. Ecco tutti i benefici, come usarlo e le controindicazioni.

L’olio di enotera assunto o applicato per via topica per migliorare i processi infiammatori in atto che coinvolgono muscoli e articolazioni, oppure per dare un aspetto più sano a pelle colpita da acne e altre affezioni cutanee. Si tratta di un olio consigliato anche per equilibrare l’assetto ormonale durante quei particolari e delicati momenti della vita di una donna, vale a dire menopausa e sindrome premestruale, in quanto allevia i disturbi legati a queste condizioni.

L’olio di enotera è un olio prodotto dalla spremitura dei semi della pianta medesima (Oenothera biennis) che cresce principalmente nei territori del Nord America. Scoperta dagli indiani, è stata inizialmente utilizzata per scopi ornamentali grazie ai suoi fiori dal colore giallo vivo. Soltanto dopo molti anni si sono iniziate ad apprezzarne le qualità. Quali?

Sembra che la pianta dell’enotera, e di conseguenza, l’olio contengano elementi importanti per la salute del corpo, tra cui vitamine, minerali, ma soprattutto acidi grassi. L’olio è infatti noto per essere un’ottima fonte di acido gamma linolenico, appartenente al gruppo degli acidi grassi Omega 6 ed è proprio questa la caratteristica che lo contraddistingue: la presenza degli acidi grassi si traduce nell’azione antinfiammatoria, lenitiva e analgesica che esercita sull’organismo.

Olio di enotera: proprietà e benefici

L’olio della pianta dell’enotera possiede proprietà tutte da scoprire. Benché il suo uso non sia stato molto abbondante nei tempi passati, oggi sono sempre più le aziende che si occupano di produrre integratori a base di questo ingrediente grazie alle sue virtù intrinseche, virtù che andiamo a scoprire ora nel dettaglio:

Olio di enotera e fertilità

Esiste un legame stretto tra olio di enotera e fertilità. Sembra infatti che l’assunzione dell’olio ricavato dalla pianta riesca a favorire quest’ultima. Ciò è dovuto principalmente alla sua influenza sugli ormoni che portano alla produzione di muco cervicale, la cui consistenza e quantità sono essenziali per favorire il concepimento.

Olio di enotera per la pelle

Sono numerose le patologie e le condizioni della pelle che quest’olio riesce a contrastare. Ricordiamo in particolare l’acne, e in generale, qualsiasi altra condizione causata da un’infiammazione della cute che provochi secchezza e desquamazione. L’olio infatti idrata ed è in grado di trattenere l’umidità.

Olio di enotera e sindrome premestruale

Per ridurre i fastidi legati alla sindrome premestruale, possiamo decidere di assumere delle compresse di olio che diminuiranno la tensione al seno e avranno un effetto calmante sul sistema nervoso, contrastando ansia e depressione.

Olio di enotera e menopausa

Per la sua spiccata azione ormonale, alcuni medici consigliano di assumere olio di enotera in menopausa. Perché? Perché riesce a riequilibrare il delicato assetto ormonale della donna riducendone i sintomi, come vampate di calore e sudorazione eccessiva.

Olio di enotera per il cuore

Dal momento che contiene vitamine e acidi grassi Omega 6, l’enotera può rivelarsi un valido aiuto per proteggere la salute del cuore. Non soltanto perché gli acidi grassi possiedono un effetto antinfiammatorio che preserva le condizioni dell’organo e delle arterie, ma anche perché sembra contrastare il colesterolo cattivo.

Olio di enotera e ossa

Alcuni studi confermano che l’assunzione di integratori a base di olio della pianta di enotera riesca a prevenire e rallentare la perdita ossea; ciò ne fa un alleato contro l’osteoporosi.

Come usare l’olio di enotera

Come anticipato, l’olio di enotera può essere impiegato sia per uso esterno che interno. In quest’ultimo caso, possiamo acquistare delle perle di olio di enotera, formulate per contenere solitamente 500 mg o 1 gr di olio, pratiche da assumere e sicuramente più indicate per combattere tutte quelle patologie e fastidi che nascono dall’interno del nostro organismo, come le seguenti:

  • Eczema È una forma di infiammazione della cute che può avere le cause più svariate e che si presenta di solito con rossore diffuso, puntine e squame. Proprio per la sua origine infiammatoria, l’assunzione di preparati a base di enotera può risanare la condizione della cute.
  • Acne Quanto appena detto vale anche per l’acne. Quest’ultima può avere numerose cause scatenanti. Qualora sia provocata da fluttuazioni ormonali uno dei rimedi naturali migliori può rivelarsi l’enotera che calmerà anche l’infiammazione dei pori piliferi, da cui si formano punti neri e bianchi.
  • Artrite reumatoide Chi soffre di dolore alle articolazioni e di patologie che purtroppo diventano croniche come artrosi e artrite reumatoide può trovare giovamento dall’assunzione e dal massaggio con olio di enotera. Quest’ultimo calmerà i dolori e ridurrà la rigidità a cui sono costretti coloro che presentano tale condizione.
  • Nevralgia Con questo termine ci riferiamo a qualsiasi tipologia di dolore legato ai nervi del nostro corpo. La nevralgia può insorgere in seguito ad un trauma, un’infezione o infiammazione. Anche in questo caso l’azione analgesica e antinfiammatoria dell’enotera ci viene in aiuto. Inoltre, alcuni studi hanno confermato l’efficacia dei suoi principi attivi contro il danno ai nervi provocato dal diabete.
  • Pressione alta L’azione benefica dell’enotera sul cuore si esplica anche attraverso una riduzione lieve dei valori pressori. Ciò è dovuto non soltanto alle proprietà antinfiammatorie, ma anche al fatto che l’enotera esercita un’azione fluidificante del sangue, migliorando pertanto la circolazione.

Olio di enotera: controindicazioni

Sebbene le proprietà dell’olio di enotera siano preziose per il nostro benessere, vi sono alcuni casi in cui ne è sconsigliata l’assunzione.

In particolare, coloro che devono astenersi dall’impiego di enotera per uso interno sono quei soggetti sotto regime farmacologico a base di anticoagulanti e coloro che soffrono di attacchi di epilessia. In tali casi, infatti, i soggetti possono sperimentare effetti gravi, quali emorragie e aumento degli episodi epilettici.

L’enotera è inoltre sconsigliata in gravidanza poiché potrebbe causare contrazioni uterine e aborto.

Tra le reazioni avverse, in soggetti particolarmente sensibili ai componenti della pianta, vi sono: fastidi gastrointestinali (crampi, diarrea, nausea), mal di testa, rash cutanei. È sempre importante ricordare di non superare le dosi massime consigliate (generalmente fino a 3 gr al giorno).

Olio di enotera: dove si compra e prezzo

Possiamo acquistare l’olio di enotera in parafarmacie ed erboristerie fisiche, nonché su internet. Per quanto riguarda i formati, è possibile trovare l’olio puro per solo uso esterno e quello dedicato all’alimentazione dell’uomo.

In entrambi i casi, l’olio è venduto in boccette da 100 ml e ha un costo di circa 9 € (dai 10 € in su per quello alimentare).

Tuttavia, gli integratori di enotera più diffusi in commercio sono le capsule o compresse. In base al loro contenuto, si stimano prezzi dai 7 € (per le capsule di 500 mg) fino ai 20 € (per le capsule da 1 gr).