Olio di Lino per Capelli: Come Usarlo per Averli Morbidi e Sani

Applicare l'olio di lino sui capelli li aiuta ad avere lucenti e morbidi, combattere il crespo e le doppie punte. Scopri come usarlo per preparare maschere e impacchi senza ungere o appesantire i capelli.

olio di lino per capelli

L’olio di lino per capelli, estratto dalla spremitura dei semi di lino, è sicuramente uno dei migliori oli vegetali da utilizzare sulla chioma in quanto esercita numerosi benefici soprattutto se sono sottili e rovinati.

Questo fantastico olio si utilizza non solo per la bellezza delle nostre chiome ma è anche un olio alimentare, ricco di proprietà terapeutiche e benefici sulla salute in quanto presenta un elevato contenuto di omega 3 e 6.

L’olio di lino per capelli è un vero e proprio trattamento di bellezza, utile in caso di doppie punte e capelli rovinati dalla piastra e dal calore del phon; può essere usato anche per lisciare i capelli crespi e dare un tocco incredibile di morbidezza. Ma come si utilizza?

Innanzitutto è necessario non abbondare con le quantità perché, essendo un olio, può lasciare i capelli unti ed appesantiti se non usato nel modo giusto. Vediamo allora come usarlo al meglio in maschere e impacchi, per avere capelli di fata!

Olio di lino per capelli: come usarlo

L’olio di lino viene di solito venduto in bottiglie scure da 250 ml; il formato è piccolo perché essendo un olio ricco di acidi grassi, tende facilmente ad irrancidirsi una volta aperto. Per questo motivo deve essere conservato in frigo, al riparo da luce e fonti di calore.

Possiamo impiegarlo in diversi modi, usato da solo come impacco oppure unito ad altri ingredienti che variano a secondo dei risultati che vogliamo ottenere e del tipo di capello.

I benefici dell’olio di lino sui capelli sono moltissimi:

  • elimina l’effetto crespo
  • li ammorbidisce
  • combatte la forfora
  • ripara e previene le doppie punte
  • rinforza il fusto e previene la caduta
  • li rende lucidi
  • definisce i ricci

Vediamo allora come usare l’olio di semi di lino sui capelli e nei diversi trattamenti.

Impacco pre shampoo

In genere l’olio di lino viene utilizzato prima dello shampoo in quanto i capelli rimangono unti se viene lavato solo con acqua. Possiamo quindi effettuare degli impacchi di puro olio di lino, massaggiandolo sulle radici e distribuendolo sulle lunghezze. Avvolgiamo la chioma con della pellicola trasparente e lasciamo in posa per un paio di ore. Dopodiché procediamo allo shampoo.

Se vogliamo unirlo ad altri oli per capelli, mischiamolo con olio di cocco, di oliva, di macadamia o di avocado. I capelli saranno nutriti a fondo e morbidissimi già dal primo utilizzo.

Leave-in con olio di semi di lino

L’olio di semi di lino si può usare anche a capelli asciutti come un normale leave-in. Ciò vuol dire che possiamo applicarne qualche goccia sulle punte o sulle lunghezze semplicemente per lucidarle e ammorbidirle, senza lavare i capelli.

Usiamolo ad esempio dopo aver asciugato i capelli, per definire le ciocche come un normale gel, o prima di uscire. Ricordiamo che bastano davvero un paio di gocce, per evitare di avere i capelli unti e pensanti.

Maschera per capelli rovinati

L’olio di lino sui capelli da il meglio di sé se abbinato ad altri ingredienti per fare delle maschere antisecchezza e anticrespo. Questi trattamenti sono consigliatati anche in caso di doppie punte, capelli sfibrati e stopposi.

Possiamo usare ingredienti idratanti e nutrienti come miele, uova e yogurt a cui unire non solo l’olio di lino ma anche altri oli vegetali. Se vogliamo stimolare la crescita dei capelli uniamo olio di alma o di ricino, se abbiamo i capelli grassi usiamo invece degli oli essenziali come quello di rosmarino.

Unito a shampoo e balsamo

Unire un paio di gocce (non di più) allo shampoo o al balsamo, per potenziarne gli effetti. Questo segreto di bellezza è perfetto per chi ha i capelli secchi e danneggiati e vuole un effetto ultramorbido.

Olio di lino per capelli: consigli per non ungerli

Abbiamo accennato al fatto che, come tutti gli altri oli, anche quello di lino unge i capelli e se non viene usato correttamente tende anche ad appesantirli. E’ importante quindi seguire queste regole:

  • Applicare l’olio di lino sui capelli umidi: questo passaggio è importante in quanto i capelli leggermente bagnati assorbono meglio i trattamenti (ciò vale anche per tutti gli altri oli) e non seccano i capelli. Basta usare uno spruzzino di acqua per inumidire la chioma e poi applicare l’olio.
  • Non esagerare con le quantità: utilizzare molto olio sui capelli non equivale ad aumentarne i benefici. Nel caso dell’olio di semi di lino, è sufficiente usare poche gocce (6-7 gocce vanno benissimo) anche se si hanno capelli lunghi. Versiamole sui palmi delle mani, riscaldiamolo sfregandole leggermente e massaggiamo i capelli ciocca per ciocca; anche se la quantità sembra poca non c’è da temere perché tutti i capelli verranno coperti.
  • Non insistere sulle radici: a meno che non vogliamo fare un trattamento mirato per il cuoio capelluto (ad esempio in caso di forfora), evitiamo di mettere l’olio di lino sulle radici, o mettiamone davvero pochissimo. Questo perchè sarà poi difficile toglierlo anche usando lo shampoo. Dovremo fare almeno 3-4 lavaggi per eliminare l’untuosità.

Spray con olio di lino per capelli

Vogliamo sostituire i cristalli liquidi con un prodotto fai da te che protegge e liscia i capelli? Creiamo uno spray a base di olio di semi lino mescolandolo in parti uguali con dell’acqua demineralizzata, aggiungiamo un cucchiaino di glicerina vegetale e qualche goccia di olio di lavanda o essenze cosmetiche per capelli per profumarlo. Trasferiamo il tutto in uno spruzzino e usiamolo sui capelli umidi o quando li sentiamo particolarmente secchi.

Olio di lino per capelli: uso interno

L’olio di lino viene utilizzato in cucina per condire i piatti; si tratta infatti di un olio da usare esclusivamente a crudo e non adatto a fritture e cottura. Le sue proprietà sui capelli agiscono anche dall’interno e sono dovute principalmente all’apporto elevato di acidi grassi Omega 3 di cui l’olio di lino è una delle fonti più ricche in natura.

Gli Omega 3 favoriscono la sintesi delle proteine, tra cui proprio la cheratina, la proteina principale che costituisce il capello. Ecco perché una carenza di Omega 3 si manifesta anche attraverso capelli più fragili e sottili, coinvolgendo anche le unghie. Assumere ogni giorno un cucchiaio di olio di lino, aiuta dunque a fortificare i capelli e a renderli luminosi e sani agendo dall’interno.