Pressione Alta: i Migliori Rimedi Naturali per Abbassarla

La pressione alta si può abbassare anche ricorrendo a rimedi naturali a base di piante ed erbe da associare alla giusta dieta. Scopriamo quali sono i migliori rimedi contro l'ipertensione e come utilizzarli al meglio.

pressione alta rimedi naturali

Quando si soffre di pressione alta, oltre a seguire una dieta adeguata e cambiare il proprio stile di vita con sane abitudini, si possono adottare dei rimedi naturali che aiutano ad abbassarla senza dover ricorrere ai farmaci, se non necessario.

L’ipertensione è uno dei disturbi più diffusi nel mondo occidentale ed è legato a patologie anche gravi, visto che può sfociare in seri problemi renali o malattie cardiovascolari, portando ad ictus ed infarti. Per questo motivo si tratta di un problema che non va mai sottovalutato e va, anzi, tenuto sempre sotto stretto controllo, anche ricorrendo all’aiuto di piante ed erbe efficaci che aiutano a regolarizzare i livelli pressori.

In particolare, si parla di pressione alta, quando la pressione massima (pressione sistolica) supera i 140mmHg; la minima (pressione diastolica) deve invece mantenersi nei valori tra 60 mmHg e i 90 mmHg.

Sintomi della pressione alta

Quando i livelli della pressione arteriosa si alzano all’improvviso e di molto, si possono verificare alcuni sintomi che è bene tenere sotto controllo; i campanelli di allarme più comuni sono:

  • Mal di testa
  • Vertigini
  • Sensazione di avere la testa pesante
  • Orecchie che ronzano
  • Sangue dal naso
  • Stanchezza
  • Vista annebbiata

Cosa fare in questi casi? Innanzitutto bisogna necessariamente modificare il proprio stile di vita ed eliminare alcune cattive abitudini che possono aver contribuito a portare in alto i livelli pressori.

Tra questi ci sono:

  • fumo
  • consumo di alcol
  • consumo di alimenti eccessivamente grassi e salati
  • mancata attività fisica
  • obesità

Dopodiché si dovrà drasticamente modificare la propria alimentazione e seguire una dieta specifica contro l’ipertensione; a questa andranno associati dei rimedi naturali per la pressione alta, che porteranno alla normalità i valori, se seguiti adeguatamente e con costanza.

Pressione alta: rimedi efficaci per abbassarla

I rimedi naturali per abbassare la pressione alta, comprendono principalmente una serie di erbe da consumarsi sotto forma di tisane, tintura madre e integratori, in dosi e tempi diversi a seconda del soggetto.

Si tratta di rimedi che vanno assunti per determinati periodi di tempo affinché risultino efficaci e che seppur naturali, presentano delle controindicazioni soprattutto se si stanno già assumendo farmaci con la stessa funzione. Vediamo allora nel dettaglio alcuni rimedi naturali contro la pressione alta e come usarli!

Infuso di karkadè

Il karkadè è una bevanda conosciuta anche come infuso di fiori di ibisco, noto appunto per le sue capacità di agire contro l’ipertensione. Rappresenta quindi un ottimo rimedio naturale contro la pressione alta, se assunto con regolarità. Basta prepararlo mettendo in infusione un cucchiaio di fiori di ibisco essiccati in mezzo litro di acqua bollente e lasciare per una decina di minuti. Al termine filtrare e bere senza zuccherare.

Foglie di ulivo

Anche le foglie di ulivo sono da annoverare tra i migliori rimedi per abbassare la pressione perché agiscono in breve tempo e in maniera efficace, favorendo la vasodilatazione e quindi l’abbassamento dei livelli pressori. Prepariamo un decotto con 30 gr di foglie di ulivo (si acquistano in erboristeria) fatte bollire in un litro di acqua. Si consiglia di bere 1-2 bicchieri al giorno a digiuno.

Biancospino

Il biancospino è un’erba indicata soprattutto quando la pressione alta è associata anche a nervosismo e tensioni emotive che portano ad uno sbalzo della frequenza cardiaca. Per regolare il ritmo cardiaco è sufficiente assumere il biancospino sotto forma di infuso o di estratto fluido. Nel primo caso bisogna mettere in infusione per 10 minuti un cucchiaino di fiori secchi in una tazza di acqua bollente e bere 2 tazze al giorno. Per ottenere i benefici, la cura va somministrata all’incirca per 20 giorni.

Aglio

Uno dei rimedi per la pressione alta, più conosciuto ed efficace è sicuramente l’aglio. Antisettico ed antibatterico, questo ingrediente comune in tutte le cucine, può essere impiegato sia sotto forma di infuso che di integratore o tintura madre.

I soggetti ipertesi possono consumarlo crudo tutti i giorni anche se, per via del sapore, è preferibile assumerlo in compresse o gocce. In questo caso sono necessarie 20 gocce di tintura madre da assumere un paio di volte al giorno a seconda dell’entità del problema. Evitare questo rimedio in caso di gastrite e chiedere il parere di un medico se si stanno assumendo dei farmaci.

Cardiaca

Questa pianta particolare prende il nome proprio dalla sua caratteristica di essere efficace contro le malattie cardiache e quindi anche contro la pressione alta. Della pianta si usano sia i fiori che le foglie, utili nella preparazione di infusi, integratori e tinture madri molto efficaci in caso di frequenza cardiaca elevata. La cardiaca ha una funzione vasodilatatoria, utile contro aritmia e tachicardia ma anche insonnia e stress, spesso legate all’ipertensione.

Betulla

Nota per le sue proprietà diuretiche, la betulla viene impiegata come rimedio naturale per la pressione bassa sotto diverse forme, sia come decotto che come succo estratto dalla linfa o come tintura madre.

Le sue capacità di ridurre la pressione sono dovute principalmente all’alto contenuto di potassio, vitamina C e diversi oli essenziali che la rendo ideale anche in presenza di ritenzione idrica, infezioni alle vie urinarie e colesterolo alto. Sotto forma di decotto basta far bollire 3 gr di foglie per ogni tazza di acqua e consumarne 2-3 tazze al giorno; i suoi effetti si possono associare a quelli dell’equiseto per preparare una tisana depurativa.

Rimedi per la pressione alta: la giusta alimentazione

Anche l’alimentazione rientra tra i rimedi per la pressione alta. La dieta infatti gioca un ruolo decisivo ed è il fattore più importante per abbassare i livelli pressori, ancor prima di ricorrere a farmaci e ad altri rimedi.

Uno dei maggiori nemici dell’ipertensione è sicuramente il sale che purtroppo è presente nella maggior parte degli alimenti confezionati che portiamo in tavola. Oltre al sale è bene introdurre alcuni cibi che ne favoriscono l’espulsione facendo scendere di conseguenza i livelli della pressione arteriosa. Ecco qualche utile consiglio.

  • Consumare alimenti ricchi di potassio e magnesio

Questi due minerali sono fondamentali in quanto ad alto potere diuretico. Ciò vuol dire che sono utili per l’espulsione del sodio che si accumula, provocando ipertensione e ristagno di liquidi. I migliori alimenti in questo caso sono la frutta come banane, avocado e anguria, i legumi soprattutto lenticchie e fagioli, le verdure come spinaci, bietole e rucola e la frutta secca.

Quest’ultima è davvero utile contro la pressione alta, associata anche ad una manciata di semi oleosi come semi di zucca e di lino.

  • Ridurre il sale

Abbiamo accennato al fatto che il sale è un alimento molto pericoloso per i soggetti ipertesi ed andrebbe ridotto, se non eliminato del tutto. Seguire una dieta iposodica è di fondamentale importanza per abbassare la pressione in modo naturale; possiamo sostituirlo con alcuni tipi di spezie, con il gomasio (preparato con i semi di sesamo) o con il sale di sedano.

Allo stesso tempo bisogna evitare tutti gli alimenti che ne contengono in grande quantità come i cibi confezionati, dadi da cucina, prodotti da forno.

  • Eliminare grassi e prodotti confezionati

Anche gli alimenti grassi sono nemici dell’ipertensione. Ci riferiamo a tutti i tipi di insaccati, alle carni (principalmente rosse) e ad alcuni tipi di formaggi e derivati del latte come margarina e burro. Fanno parte di questa categoria anche i prodotti confezionati sia dolci che salati, che contengono i dannosi grassi idrogenati.

  • Consumare cereali integrali

Medici e nutrizionisti consigliano sempre di sostituire i cereali raffinati con quelli integrarli in quando si tratta di alimenti ricchi di fibre in grado di abbassare la pressione, soprattutto quella sistolica. Consumare 3 porzioni di cereali integrali al giorno, non solo è un valido rimedio per la pressione alta, ma aiuta anche a regolare le funzioni intestinali e prevenire obesità e malattie cardiache. Scegliamo cereali come riso integrale, avena, farro e orzo integrali, quinoa, grano saraceno e le farine che ne derivano.

  • Ridurre caffè, tè e bevande eccitanti

Se siamo abituati a bere il caffè la mattina dobbiamo perlomeno ridurre le quantità. Questo vale anche per tutte le bevande eccitanti come il tè, che contengono caffeina e teina, in quanto si tratta di alimenti che tendono ad alzare nell’immediato la pressione. Sostituiamoli con altre bevande più idonee come infusi e tisane a base di aglio, valeriana o achillea o con il caffè di cicoria.