Reflusso Gastroesofageo: Rimedi Naturali Efficaci e Veloci per Calmarlo

I migliori rimedi naturali contro il reflusso gastroesofageo, per calmare l'acidità e il dolore di stomaco senza farmaci.

reflusso-gastroesofageo-rimedi-naturali

I rimedi naturali contro il reflusso gastroesofageo sono un valido aiuto per trattare e prevenire questa particolare condizione.

Il reflusso gastrico colpisce moltissime persone nel mondo occidentale e provoca numerosi fastidi che spesso pregiudicano i nostri rapporti sociali. Questa patologia si contraddistingue dal malfunzionamento del cardias, valvola sita tra l’esofago e lo stomaco. Non funzionando correttamente i succhi gastrici risalgono le pareti dell’esofago corrodendolo e provocando la sensazione di bruciore al petto tipica della malattia di reflusso gastroesofageo. Al bruciore possono aggiungersi dolore allo sterno o alla schiena.

Per contrastare la sintomatologia ed evitarne la ricomparsa, diventa essenziale mettere in pratica dei rimedi naturali per il reflusso gastroesofageo, che, attuati nell’ambito di un regime alimentare idoneo, ci consentiranno di ridurre bruciore di stomaco, acidità, migliorare la digestione e, cosa non meno importante, sfiammare le pareti irritate dell’esofago.

Reflusso Gastroesofageo: Sintomi e Cause

Il primo campanello di allarme che indica la presenza di reflusso gastrico è il bruciore che si avverte dopo i pasti o all’inizio del processo digestivo. Inoltre, tale sensazione non interessa soltanto la bocca dello stomaco, ma può colpire l’intero tubo digerente, fino alla bocca, provocando raucedine e sapore acido persistente. Altro sintomo comune della malattia di reflusso gastrico è il dolore, percepito al livello dello sterno o della schiena. È frequente inoltre avere eruttazioni continue e rigurgito acido.

Se non abbiamo mai sofferto di reflusso, è consigliabile andare dal medico qualora i disturbi non si risolvano entro pochi giorni. Questi è in grado di diagnosticare il reflusso, tuttavia, quando anche la diagnosi appare difficoltosa, è possibile prescrivere degli esami per rintracciare la presenza di lesioni o ulcere, come radiografia con contrasto e gastroscopia. Una volta diagnosticata la patologia, non è improbabile che lo stesso medico ci indichi dei rimedi per il reflusso gastrico e uno stile di vita più equilibrato.

Quali sono le cause del reflusso gastrico? In realtà, sono diverse e una non esclude l’altra. Tra le più comuni vi è sicuramente il malfunzionamento del cardias, che può associarsi o meno a cattiva o lenta digestione preesistente. Abbiamo poi l’ernia iatale, una patologia in cui una parte dello stomaco tende a risalire attraverso il diaframma. Possibili cause sono anche il sovrappeso, l’obesità, una dieta non sana, il fumo e il nostro benessere psico-fisico.

Sappiamo infatti che stress, ansia e agitazione in generale hanno un collegamento diretto con i nostri organi e possono peggiorare una situazione presente di reflusso o favorirne le condizioni per la sua comparsa.

Reflusso Gastroesofageo: Rimedi Naturali per Calmarlo

Scopriamo ora come combattere i numerosi fastidi con dei rimedi naturali contro il reflusso gastrico che possiamo facilmente reperire in qualsiasi erboristeria o parafarmacia. Si tratta infatti di soluzioni semplici ma valide per combattere l’acidità da reflusso e allo stesso tempo calmare l’infiammazione e il dolore.

Altea per reflusso gastrico

L’altea è una pianta le cui radici hanno un effetto protettivo e antinfiammatorio della mucosa gastrica. La loro duplice azione è data dalle mucillagini, che rivestono le pareti dell’esofago contro l’irritazione causata dai succhi gastrici. Ecco come usarla: un cucchiaio di radice va lasciato macerare in 250 ml di acqua per una notte intera, successivamente la miscela può essere riscaldata e filtrata. È consigliabile berla dopo ogni pasto.

Malva

Una tisana alla malva è un’efficace metodo per contrastare le conseguenze di una malattia di reflusso gastroesofageo. La malva possiede un’azione antinfiammatoria, calmante e lenitiva, esercitata anche in questo caso dalle mucillagini che la compongono. Bastano 3 cucchiai di foglie secche in abbondante acqua calda; lasciamo riposare per 10 minuti e filtriamo.

Liquirizia contro il reflusso

Anche la liquirizia rientra nei rimedi naturali per il reflusso gastrico poiché capace di sfiammare i tessuti irritati. Inoltre, si contraddistingue dagli altri rimedi per la sua spiccata azione cicatrizzante, che diventa fondamentale in presenza di lesioni minori alle pareti gastriche. Consumiamola sotto forma di decotto (1 cucchiaio di radice da bollire in acqua per 5 minuti), oppure in compresse (chiediamo consiglio ad un erborista per la dose ideale) prima dei pasti. Da evitare se si soffre di pressione alta, perché tende ad alzarla ulteriormente.

Boswellia

Con la boswellia non percepiremo più quella sensazione spiacevole di bruciore alla gola o all’esofago causato dal reflusso gastroesofageo. A placare l’irritazione sono i suoi principi attivi e l’olio essenziale che abbonda nella corteccia. Il modo migliore per trarre giovamento dal suo consumo è quello di assumerla attraverso capsule di estratto secco (il medico o lo specialista ci indicheranno il dosaggio).

Leggi anche: Boswellia: Potente Antinfiammatorio. Proprietà, Usi e Controindicazioni

Carbone vegetale

Il carbone vegetale fa parte dei rimedi naturali contro il reflusso gastroesofageo poiché non soltanto migliora la digestione e sgonfia l’addome, ma evita anche che i succhi gastrici estremamente acidi arrivino a toccare l’esofago. Viene generalmente assunto tramite capsule ma è importante prima consultare il medico a causa della sua interazione con alcuni medicinali.

Acqua calda

Chi avrebbe mai pensato che un bicchiere di acqua calda potesse aiutarci a trovare sollievo dal reflusso gastrico? È proprio così. L’acqua riscaldata bevuta nell’arco della giornata lontano dai pasti ci permette di dimenticare la sensazione di dolore e bruciore allo stomaco, scongiurando anche pancia gonfia e cattiva digestione. Beviamone un bicchiere la mattina a digiuno e un paio durante la giornata.

Semi di cumino

Il cumino è un’erba che viene spesso associata ai disturbi legati allo stomaco. Viene impiegata con successo in caso di comune mal di stomaco, gonfiore, difficoltà digestive e bruciore. Abbiamo bisogno di un cucchiaino di semi di cumino da versare in 250 ml di acqua bollente. Dopo 10 minuti possiamo filtrare e bere.

Argilla (bianca o verde)

L’argilla è un noto rimedio naturale, il cui utilizzo è quello di apportare minerali e riequilibrare l’organismo soprattutto in casi di diarrea. Una caratteristica dell’argilla bianca e dell’argilla verde ventilata è quella di rendere i liquidi corporei leggermente basici, ciò si rivela utile nel ridurre la componente acida dei succhi gastrici ed evitare i fastidi della malattia di reflusso gastrico. Può essere bevuta diluita dopo aver riposato una notte in un bicchiere d’acqua e mescolata energicamente con un utensile di legno prima dei pasti (400-800 mg).

Leggi anche: Argilla Verde Ventilata da Bere: Preparazione e Benefici

Alga fucus per calmare il reflusso gastrico

Nota per stimolare le funzioni tiroidee e favorire la peristalsi intestinale, l’alga fucus viene impiegata con successo anche per la sua funzione protettiva nei confronti di esofago e stomaco. Le mucillagini dell’alga creano una pellicola, diminuendo l’infiammazione causata dal reflusso. In commercio troviamo sia compresse di estratto secco (da assumere in una dose massima di 800 mg al giorno), sia tintura madre (40 gocce al giorno); considerando i suoi effetti sulla tiroide, è opportuno chiedere sempre consiglio ad uno specialista.

Fermenti lattici contro il reflusso

Tra i rimedi naturali per il reflusso gastroesofageo compaiono anche i fermenti lattici che sarebbero in grado di ridurre le manifestazioni infiammatorie e irritative degli acidi dello stomaco. I probiotici consentirebbero inoltre di tenere a bada alcuni batteri, come l’ Haelicobacter Pylori, che causano gastrite e ulcere. È bene scegliere fermenti le cui unità formanti colonie siano elevate (almeno 5 miliardi) in modo che un numero consistente di batteri buoni superi la barriera gastrica e arrivi all’intestino.

Reflusso Gastroesofageo: Cosa Mangiare e Cosa Evitare

In caso di malattia di reflusso gastroesofageo i rimedi da soli non bastano. È fortemente consigliato curare anche l’alimentazione: in particolare, occorre assumere cibi che non appesantiscano lo stomaco. Ciò significa che alimenti grassi e pieni di conservanti vanno eliminati dalla nostra dieta. È necessario evitare anche la caffeina o alimenti potenzialmente irritanti per lo stomaco: spezie piccanti, erbe come la menta o l’aglio.

Tra i cibi consigliati, invece, vi sono quelli che permettono di assorbire l’acidità in eccesso, le patate ad esempio, oppure del riso condito con poco olio. In generale, possiamo mangiare carboidrati, frutta (ad eccezione di quella troppo acida come gli agrumi) e verdura e una piccola porzione di legumi (che potrebbero causare gonfiore e quindi acuire la sensazione di dolore allo stomaco).

Insieme alla dieta per il reflusso e ai rimedi naturali indicati è bene conoscere i tipi di cotture indicati per contrastarne i sintomi: cotture al vapore, bollitura, cottura al forno e alla griglia solo per cibi che cuociono in pochi minuti. Da bandire la frittura e le cotture lunghe.

Reflusso Gastrico: Consigli e Accorgimenti

I rimedi esaminati sono inutili se non si osservano alcune norme semplici nel vivere quotidiano. In primo luogo, bisogna evitare il fumo (attivo o passivo) poiché irrita fortemente il cavo orale. Un’altra abitudine corretta è quella di bere tisane e in generale liquidi non alcolici.

I pasti devono essere distribuiti nell’arco della giornata e proporzionati correttamente; non bisogna mangiare di fretta ma masticare bene per favorire una digestione più veloce. Mantenere una posizione che non comprima lo stomaco può inoltre essere utile per alleviare il dolore e il senso di costrizione.

Infine, riduciamo lo stress e proviamo ad essere più rilassati praticando esercizio fisico e tecniche di rilassamento. Con un po’ di costanza questi comportamenti, una dieta adeguata e dei rimedi naturali per il reflusso gastrico abbrevieremo i tempi di guarigione ed eviteremo le recidive.

Leggi anche: Reflusso Gastroesofageo: Sintomi, Cause e Rimedi Naturali per Calmarlo