14 Rimedi Naturali Contro le Punture di Zanzare

Le punture di zanzara colpiscono grandi e bambini e causano gonfiore, prurito e arrossamento. Molti sono i rimedi naturali e della nonna in grado di alleviare i fastidi ed evitare infezioni, ecco i migliori che agiscono in modo immediato!

In estate sempre più persone sono alla ricerca di rimedi naturali contro le punture di zanzare. La natura ci mette a disposizione una serie di prodotti ed ingredienti totalmente innocui per la nostra salute che alleviano in pochissimo tempo bruciore, dolore, gonfiore e prurito provocato dalla puntura di questi insetti.

Inoltre, la maggior parte di questi funzionano anche come sistema di prevenzione per non farsi pungere nelle calde sere d’estate e sono ideali anche per i bambini.

Punture di zanzare: rimedi contro prurito e gonfiore

Quando veniamo punti da una zanzara, siamo soggetti a rossore e prurito, accompagnato da gonfiore più o meno esteso. In questi casi è consigliato non grattarsi, anche perché le unghie sono spesso portatrici di germi e potrebbero causare infezione.

Per alleviare il prurito ed evitare che la zona si gonfi, possiamo usare dei rimedi immediati da applicare subito dopo la puntura e, se necessario, anche più volte al giorno. Molti sono i rimedi della nonna contro le punture di zanzare, tra questi ci sono l’alcool e l’aceto, ma esistono tanti altri prodotti naturali molto efficaci e adatti sia agli adulti che ai bambini.

Vediamo allora quali sono i migliori rimedi per lenire prurito e rossore!

Aceto

In caso di morsi di zanzare ci viene in aiuto l’aceto di mele, un ingrediente quasi “miracoloso” da avere sempre in casa . Ma come usarlo per alleviare i fastidi? Appena si nota la puntura ed il primo prurito, basta prendere un pezzo di ovatta imbevuto con aceto di mele e applicarlo sul morso tamponando leggermente, senza risciacquare.

In caso di punture multiple, per esempio dopo essere stati la sera fuori in giardino, si può fare un bel bagno mettendo un paio di tazze di aceto di mele nella vasca da bagno. Questo rimedio darà sollievo immediato dal prurito, evitando gonfiori e arrossamenti.

Sapone di nigella sativa

Il sapone nero di nigella sativa deriva da una pianta originaria dell’Africa del nord. Possiede tantissime proprietà, tra le quali anche quella di curare le irritazioni della pelle. Per alleviare il prurito delle punture di zanzare, quindi, basta lavare la parte interessata con il sapone e poi risciacquare bene con acqua fresca dopo 5 minuti. Ripetere l’operazione più volte al giorno, se il prurito dovesse ritornare.

Limone

Sia il succo che la scorza di limone sono un valido aiuto contro le punture di zanzare ed il conseguente prurito. Grazie alle sue proprietà astringenti, allevia il fastidio in pochissimo tempo ed inoltre disinfetta anche la ferita prevenendo la comparsa di infezioni.

Basta applicare qualche goccia di limone direttamente sulla parte interessata oppure strofinare un po’ di buccia di un limone biologico. Per quanto riguarda la buccia, bisogna spremerla leggermente con le mani prima di applicarla; in questo modo rilascia un olio benefico e il suo potere si intensifica. L’uso del limone sulla puntura di zanzara può portare ad un leggero bruciore della pelle (un po’ come succede con l’alcool) ma è un effetto momentaneo.

Gel di aloe vera

L’aloe vera è una pianta davvero utile, adatta a tutti i tipi di pelle, soprattutto in caso di arrossamenti e scottature. Nel caso delle punture di zanzara permette di far passare il prurito e il fastidio in pochissimo tempo, già da una sola applicazione. Basta mettere del succo ricavato da una pianta fresca oppure una goccia di gel lenitivo di aloe sulla puntura e spalmare bene. Questa pianta aiuta anche a disinfettare e risanare la ferita causata dal morso.

Leggi anche: 27 Straordinari Usi del Gel di Aloe Vera per Pelle e Capelli

Cipolla

La cipolla è un ottimo antinfiammatorio così come tanti altri alimenti che provengono dalla natura. Ne conviene che è un buon alleato anche contro le punture di zanzare. Un rimedio immediato contro le punture di zanzara è quello di prendere una cipolla fresca, tagliarla a metà e metterla direttamente sulla puntura.

Lasciare agire per 4-5 minuti in modo da far passare il prurito e il rossore. Dopo averla fatta agire, lavare delicatamente con acqua tiepida ed asciugare bene senza strofinare. Potrebbe essere necessario lavare più di una volta per togliere completamente l’odore della cipolla. Al termine si può applicare un po’ di gel di aloe vera.

Bicarbonato di sodio

Il bicarbonato di sodio è ottimo da applicare, insieme all’acqua, sulle punture di zanzare. Per stenderlo meglio, basta prendere un paio di cucchiai di bicarbonato e miscelarlo in un bicchiere o in una ciotolina con un po’ di acqua in modo da creare una pasta spalmabile.

Procedere poi ad applicarne una buona quantità sulla zona interessata e lasciare agire qualche minuto. In breve tempo sia l’irritazione che il prurito svaniscono lasciando una sensazione di sollievo quasi immediato.

Olio di neem

Questo fantastico olio è un rimedio molto utilizzato nella medicina ayurvedica grazie alle sue proprietà che lo rendono una vera e propria panacea per tanti tipi di disturbi. Viene utilizzato per terapie antinfiammatorie, antibatteriche e antivirali, sia sulla pelle che sui capelli.

Nel caso delle punture di zanzare può essere usato sia nella fase di prevenzione che in quella di cura. Applicare un po’ di olio di neem sulla pelle non solo aiuta a tenere alla larga gli insetti per via del suo odore molto pungente ma rende la pelle anche più elastica e morbida.

In caso di punture di zanzare, basta applicarne qualche goccia e massaggiare con movimenti rotatori per farlo assorbire. Se applicato immediatamente, la zona non sarà soggetta a gonfiore ed infezioni.

Leggi anche: 14 Fantastici Usi dell’Olio di Neem e Tutte le Proprietà

Dentifricio

Ecco un ottimo rimedio contro le punture di zanzare che tutti abbiamo in casa. Il dentifricio ha un potere astringente ed è ideale da applicare sul morso di questi piccoli insetti. Basta applicare sulla parte irritata un po’ di pasta dentifricia e farla solidificare per una decina di minuti.

Al termine, procedere a rimuoverlo lentamente con un dischetto di cotone e poi risciacquare. Applicare un paio di volte al giorno per ritrovare subito sollievo.

Sale

Come per il bicarbonato, anche con il sale si può realizzare una pasta da applicare direttamente sulle punture di zanzare. Sicuramente il sale migliore per questo tipo di applicazione è quello rosa dell’Himalaya ma può andar bene anche in comune sale da cucina.

Per questo rimedio dovremo utilizzare del sale fino, in quanto quello grosso graffia la pelle e può peggiorare la situazione. Mescoliamo del sale con un parte di acqua e applichiamo la pasta sulle punture. Dopo aver lasciato agire, laviamo bene con acqua calda ma non bollente.

Oli essenziali

Tra gli oli essenziali che alleviano il prurito da morsi di zanzare, i migliori sono quello di rosmarino, di lavanda e di malaleuca (tea tree oil). Per essere efficaci ne basta una goccia da applicare direttamente sulla puntura o su un cotton fioc da passare sulla zona colpita.

Pur trattandosi di un rimedio immediato e molto efficace contro prurito e gonfiore non è adatto ai bambini di età inferiore ai 3 anni. Inoltre va prestata attenzione affinché non si venga in contatto con gli occhi.

Aglio

Così come la cipolla, anche l’aglio è nostro alleato in questi casi. Ecco che basta sbucciare uno spicchio, tagliarlo in due e applicarlo subito sulla parte che brucia. Inoltre, l’odore dell’aglio, terrà lontano anche le altre zanzare impedendo così di mordere ancora.

Anche chi consuma molto aglio nell’alimentazione può essere sicuro di avere un’ottima barriera protettiva contro le zanzare e gli insetti. Ciò che mangiamo, infatti, fuoriesce anche dai pori della pelle.

Miele grezzo

Il miele ci viene in soccorso quando il prurito si fa incessante e la zona si gonfia. Specialmente nella fase acuta, applicare un po’ di miele sulla ferita aiuta a disinfettarla e rimuovere tutti i microbi portati dalle punture di zanzare. Utilizzare del miele grezzo direttamente sul morso e far agire fino a quando il prurito non si placa.

Ghiaccio

Quando non abbiamo a portata di mano i rimedi visti in precedenza, può essere utile applicare sulla puntura di zanzara un cubetto di ghiaccio, magari avvolto prima in un panno di cotone. Questo rimedio della nonna aiuta a trovare un sollievo immediato, a rinfrescare la pelle e a prevenire eventuali gonfiori.

Alcool

Un rimedio della nonna sempre efficace è quello di applicare dell’alcool sui morsi delle zanzare in modo da disinfettare la zona e sfiammare il rossore. Strofiniamo un batuffolo di cotone con qualche goccia di alcool sulla puntura e ripetiamo l’operazione se il prurito dovesse ritornare durante la giornata.

Questo rimedio naturale contro le punture di zanzara è immediato, ma possibilmente va evitato sui bambini che hanno una pelle piuttosto delicata.