Riso Venere Ricco di Fibre e Ferro: Proprietà e Ricette

Il riso venere, conosciuto anche come riso nero, è ricco di fibre perchè integrale, aiuta in caso di anemia e colesterolo alto, ed è adatto anche a chi soffre di diabete. Scopri tutte le sue proprietà, i tempi di cottura e qualche ricetta gustosa per usarlo in cucina!

riso venere proprietà riso nero

Il riso Venere è una particolare varietà che nasce dall’incrocio del costosissimo riso nero cinese ed un di riso di origine italiana e di recente è arrivato sulle nostre tavole con grande successo, malgrado non sia tra i cereali più economici.

Il riso, in generale, è un alimento senza glutine molto versatile e che può essere usato in mille modi ma questo tipo, in particolare, presenta delle qualità invidiabili. Chiamato così per le sue presunte proprietà afrodisiache, il riso Venere (o riso nero) è un riso integrale che si presenta in chicchi lunghi e profumati dal colore scuro e un interno bianco.

Le proprietà del riso nero, sono dovute soprattutto al fatto di non essere raffinato, e quindi di mantenere intatti molti principi nutritivi che non si trovano nel riso bianco.

Riso venere: proprietà e benefici

Questo riso, essendo integrale, è sicuramente migliore di tutti i tipi di riso sbiancati e raffinati ma le sue caratteristiche vanno ben oltre. È infatti altamente digeribile, adatto (come tutte le varietà di riso) ai celiaci, ha un bassissimo contenuto di zuccheri e questo lo rende particolarmente adatto a chi è attento alla dieta ed agli sportivi.

È una fonte sana di ferro, magnesio, zinco, selenio e calcio ed è ricco di lisina, un aminoacido di cui sono generalmente carenti gli altri cereali. Il suo color ebano è dovuto alla presenza delle stesse sostanze che conferiscono ai mirtilli la loro tipica cromia.

In effetti, sono anche le stesse sostanze che rendono entrambi degli ottimi antiossidanti e degli efficaci alleati nel combattere la presenza di radicali liberi nell’organismo unitamente al consumo regolare di frutta e verdura nonché di particolari bevande, come il tè verde.

Gli stessi antociani, anch’essi presenti nei mirtilli, fanno del riso nero integrale un eccellente controllore dei livelli di colesterolo LDL e lo investono della importantissima capacità di ripulire le arterie dalle placche di grassi che sono le maggiori responsabili di infarto e problemi della circolazione.

Ed ancora grazie ai suoi benefici effetti antiossidanti viene elencato tra i cibi che prevengono cancro e morbo di Alzheimer. Di contro è povero di sodio ma la cosa diventa, di fatto, un elemento positivo specialmente per le persone ipertese che possono consumarlo tranquillamente.

È, ovviamente, ricco di fibre ed ha un notevole contenuto di silicio, un oligoelemento che interviene nella formazione e fortificazione delle ossa. Tutte queste peculiarità lo rendono adatto al consumo a tutte le età, a partire dai bambini fino agli anziani e, a meno di particolari allergie, non ha praticamente effetti collaterali.

Senza nemmeno cuocerlo è consigliato, ad esempio, agli anemici che possono semplicemente immergere un cucchiaio di riso nero in una tazza di acqua calda e berne l’infuso che se ne sprigiona per aumentare il livello di ferro nel sangue.

Infine, ricordiamo che 100 gr di riso nero, contengono 377 calorie, l’indice glicemico è basso e per questo motivo può essere consumato anche a chi soffre di diabete.

Le proprietà del riso venere in breve:

  • È ricco di fibre, utile in caso di stitichezza
  • Ideale per diabetici
  • Ricco di ferro, combatte l’anemia
  • Fortifica le ossa
  • Non contiene glutine
  • Controlla i livelli di colesterolo nel sangue
  • Aiuta a ripulire le arterie
  • Contiene elevate dosi di antiossidanti
  • È molto digeribile

Riso venere: cottura

Rispetto ad altri tipi di riso non integrarli, il riso nero richiede tempi di cottura più lunghi. Il chicco, anche se sottoposto a cotture prolungate si mantiene sempre croccante e non scuoce, come invece potrebbe capitare con i tipi di riso raffinato. La cottura del riso venere richiede circa 40 minuti in una pentola normale.

Si lascia bollire come al solito in acqua salata per il tempo necessario e poi si scola. Durante la cottura, l’acqua assumerà un colore scuro (è del tutto normale) e si sprigionerà un gradevole profumo. Usando una pentola al pressione, i tempi previsti invece si riducono della metà, ovvero a circa 20 minuti.

Riso venere: 2 ricette veloci

A cottura ultimata, si può usare il riso venere in tanti modi, facendolo saltare in padella con altre verdure o per fare un croccante risotto. Ottimo anche nelle insalate estive o per preparare dei timballi. Ecco due ricette molto veloci e gustose per assaporarlo!

Insalata di riso Venere

Ottima d’estate, piacevole da mangiare nelle giornate calde ed afose.

Ingredienti per 4 persone:

200 g. di riso Venere
1 panetto di tofu affumicato
3 pomodori grandi maturi (o qualche grappolo di pomodorini ciliegino)
Una manciata di menta fresca
Olio extra vergine di oliva q.b.
Un limone biologico

Procedimento:

Lavare il riso nero e metterlo a cuocere in acqua salata. Mentre il riso cuoce tagliare, in una ciotola capiente, il tofu a dadini ed i pomodori a pezzetti. Tagliuzzare la mentuccia a pezzetti piccoli con le mani. Condire con sale rosa e olio e.v.o a piacimento.

Una volta cotto, scolare il riso e passarlo immediatamente sotto l’acqua fredda per fermare la cottura e raffreddarlo. Scolarlo bene ed aggiungerlo al preparato nella ciotola mescolando dal fondo. Riporre in frigo per almeno un paio d’ore prima di portarlo in tavola.

Al momento di servirlo grattugiare sopra all’insalata di riso la buccia (solo la parte gialla) del limone biologico.

Sformatini di riso Venere

Sfiziosi e semplici da fare: rallegrano le lunghe e noiose giornate invernali.

Ingredienti:

240 g. di riso Venere
2 gambi di radicchio lungo di Treviso
Una manciata di funghi porcini secchi
1 cipollotto
Semi di sesamo
Erba cipollina
1 cucchiaio di salsa tamari
Due cucchiai di pan grattato
Sale e pepe
Olio e.v.o.

Procedimento:

Far rinvenire i funghi in acqua tiepida. Lavare il riso e metterlo a cuocere in acqua salata. Nel frattempo, in una padella antiaderente, far imbiondire il cipollotto in un filo d’olio e.v.o ed aggiungere e far saltare il radicchio a pezzetti ed i funghi rinvenuti assieme al cucchiaio di salsa tamari.

Cotto il riso condirlo con un filo d’olio ed asciugarlo, mescolandolo, con i due cucchiai di pan grattato. Con un coppa pasta sformare il riso nei singoli piatti e ricoprire ogni tortino con il preparato di verdure ed aggiungere erba cipollina spezzettata e semi di sesamo. Servire ben caldo.

Riso venere: dove si compra e prezzo

Visto il suo dilagante successo sulle tavole degli italiani, è possibile reperire il riso nero venere in tutti i supermercati ben forniti, nei negozi di alimentazione bio e in tanti siti online specializzati. In genere viene venduto in formati da 500 gr o 1 kg, come il normale riso. Il prezzo del riso venere si aggira intorno ai 3-4 euro per una confezione da mezzo chilo. Il costo può aumentare se si tratta di riso nero bio.