Zenzero per Dimagrire: Come Usarlo per Perdere Peso

Le proprietà dimagranti dello zenzero lo rendono ideale per perdere peso, accelerare il metabolismo e calmare i morsi della fame. Questa spezia va assunta in determinate dosi per non incorrere in controindicazioni: ecco come usare lo zenzero per dimagrire e quanto mangiarne al giorno.

zenzero per dimagrire

Da sempre dona ai piatti una nota piccante e fresca, oggi approfondiamo la funzione dello zenzero per dimagrire. Proprio così, apprezzato non soltanto per il suo sapore pungente e aromatico, lo zenzero rientra spesso negli ingredienti di supplementi e integratori grazie alle sue proprietà dimagranti e benefiche.

La radice di questa pianta contiene molti elementi essenziali, tra cui il gingerolo, i polifenoli e la leptina, composti a cui si devono i benefici sull’organismo umano. Di quali benefici stiamo parlando?

Lo zenzero è una spezia particolarmente indicata per favorire la digestione, poiché stimola la produzione di alcuni succhi gastrici accelerando i tempi della scomposizione dei nutrienti. Altro effetto a livello gastrico è quello antiemetico, vale a dire che riesce a calmare qualsiasi tipo di nausea.

I polifenoli, invece, possiedono un elevato potere antiossidante che contrasta l’invecchiamento cellulare, nonché un’azione antinfiammatoria che riduce i dolori muscolari e il mal di testa, e antisettica che aiuta a debellare numerose patologie che colpiscono l’apparato respiratorio.

Infine, ricordiamo le proprietà brucia grassi dello zenzero che ci consentono di perdere peso con facilità e gusto oppure di mantenerlo entro i limiti per rientrare nel normopeso.

Perché lo zenzero fa dimagrire?

Come riesce lo zenzero a favorire il dimagrimento? Naturalmente, non esiste un alimento che faccia dimagrire in modo considerevole se non associato ad un regime alimentare appropriato e ad un costante esercizio fisico. È tuttavia vero che il consumo regolare di questa spezia aiuta a ridurre le dimensioni delle cellule adipose, ecco come:

  • Azione termogenica Il consumo dello zenzero è associato ad un innalzamento della temperatura corporea e ciò porta a bruciare più velocemente le calorie e, di conseguenza, i grassi come fonte principale di energia.
  • Accelera il metabolismo Non è un mistero che i componenti della spezia agiscano positivamente sul metabolismo che viene stimolato a lavorare di più accelerando i naturali processi chimico-biologici dell’organismo.
  • Sopprime il senso di fame Lo zenzero fa dimagrire anche grazie alla capacità, esercitata in particolare dalla leptina, di riuscire a prolungare il senso di sazietà evitando quindi di ritardare la comparsa del senso di fame.
  • Effetto disintossicante Lo zenzero ha un leggero effetto diuretico, pertanto, permette di eliminare i liquidi prevenendo la ritenzione di fluidi (e quindi la cellulite) e l’eliminazione di tossine grazie alla stimolazione degli acidi biliari.

Zenzero per dimagrire: come assumerlo

Una delle caratteristiche peculiari dello zenzero è che la sua capacità di agire sui grassi rimane intatta se la spezia viene assunta fresca, attraverso le radici, oppure disidratata sotto forma di polvere.

Inoltre, sottolineiamo che lo zenzero esercita le sue funzioni dimagranti sia quando viene consumato singolarmente sia quando associato ad altri alimenti, come ad esempio il limone. Vediamo insieme quindi come preparare alcuni drink a base di zenzero deliziosi e salutari.

Tisana allo zenzero per dimagrire

Perdere peso con lo zenzero è possibile preparando una gustosa tisana in poche semplici mosse. Possiamo utilizzare la radice della spezia fresca o la polvere, l’effetto sul nostro organismo non cambia. Per preparare una tisana con lo zenzero fresco dovremo riscaldare un bicchiere pieno di acqua e portare a bollore.

Aggiungiamo un cucchiaino di radice grattugiata o 2 fettine sottili, abbassiamo la fiamma e lasciamo sobbollire per 5 minuti. Quindi filtriamo e gustiamo. Qualora invece avessimo la polvere, occorre aggiungerla in acqua bollente nelle quantità di mezzo cucchiaino e procedere come appena visto. Entrambe le tisane andrebbero consumate al mattino prima di colazione e nel pomeriggio.

Zenzero e limone per dimagrire

L’unione di zenzero e limone per dimagrire è un’accoppiata vincente, dal momento che il limone possiede caratteristiche molto simili allo zenzero, potenziandone quindi l’effetto dimagrante. Possiamo seguire le stesse ricette appena descritte con la semplice aggiunta di un cucchiaio di succo di limone dopo aver fatto sobbollire la spezia.

Succo di zenzero e ananas

L’ananas è il frutto detossificante e drenante per eccellenza, pertanto, il suo consumo insieme allo zenzero consente di eliminare le scorie più facilmente e prevenire la ritenzione idrica.

Ecco il procedimento: puliamo metà ananas e riduciamola in pezzi. Frulliamola insieme a 3 fette sottili di radice di zenzero; aggiungiamo infine il succo di 1-2 limoni e la nostra bevanda è pronta. Con l’aggiunta di qualche cubetto di ghiaccio diventerà il drink dissetante perfetto per l’estate!

Acqua aromatizzata allo zenzero

È inoltre possibile adoperare lo zenzero per preparare delle acque aromatizzate, ad esempio riempiendo una bottiglia di acqua con 4 fettine di zenzero fresco e 5 fettine di limone (biologico) ed eventualmente qualche foglia di menta, lasciando in frigo per almeno 2 ore. A questi possiamo aggiungere altra frutta o verdura a piacere come cetrioli, mirtilli o fragole.

Infine è possibile dimagrire con lo zenzero unendolo semplicemente ad una grandissima varietà di piatti, salati o dolci. Possiamo pensare di aggiungerlo alle nostre zuppe, ai frullati di frutta oppure alle insalate e alle verdure saltate in padella.

Quanto zenzero al giorno per dimagrire?

Oltre agli utilizzi visti della spezia, è opportuno sottolineare che lo zenzero può anche essere consumato “al naturale” prima dei pasti, in modo da preparare lo stomaco al processo digestivo nonché per smorzare il senso di fame. In questo caso basta masticare 1-2 fettine sottili di radice tre volte al giorno.

Approfondiamo quindi adesso un aspetto importante, ossia quali sono le dosi per dimagrire. In generale, la dose indicata per la spezia fresca non deve superare i 30 gr quotidiani, mentre per quanto riguarda la polvere non si dovrebbero eccedere i 4 gr.

Tuttavia, le dosi sono puramente indicative e dipendono soprattutto dalla nostra reazione a tali quantitativi: qualora si accusassero alcuni effetti collaterali basterà ridurne la dose e aumentarla progressivamente col passare del tempo.

Quando assumiamo lo zenzero tramite un infuso, possiamo berne all’incirca tre tazze distribuite nell’arco della giornata, prima dei pasti oppure come piacevole pausa tra essi.

Zenzero: controindicazioni

Benché si tratti di una spezia utile in moltissime occasioni, anche lo zenzero potrebbe dare dei fastidi a determinate tipologie di soggetti. Agendo a livello gastrico aumentando la produzione degli acidi di stomaco e biliari è sconsigliato a chi soffre di patologie quali reflusso gastrico, gastrite e anche calcoli biliari (poiché ne stimolerebbe la formazione).

Un’altra classe di soggetti per i quali è meglio evitare l’assunzione della spezia è quella che fa uso di farmaci anticoagulanti. Lo zenzero infatti possiede di per sé un’azione fluidificante del sangue, per cui assunto insieme a tali farmaci ne potenzierebbe gli effetti, causando anche emorragie.

Attenzione poi a consumare radici o polveri se si sta seguendo un trattamento farmacologico per patologie cardiovascolari e iperglicemia: lo zenzero aiuta a ridurre il colesterolo, diminuire l’ipertensione e i livelli di zuccheri. Pertanto, chi prende farmaci con tali finalità deve prima consultare il medico.

Infine, sembra che questa spezia stimoli le contrazioni muscolari e non deve essere assunta in caso di gravidanza.

In conclusione, nonostante le preziose proprietà dimagranti dello zenzero, qualora fossimo intenzionati ad assumerlo, verifichiamo se rientriamo in queste categorie particolari e chiediamo sempre consiglio al medico se e come consumare questa spezia.